In occasione dei quarant’anni dalla stesura della Convenzione del Patrimonio mondiale, la Commissione svizzera per l’UNESCO, nel 2012, ha proposto di creare una Carta del patrimonio mondiale Svizzero. Lo scopo era quello di rafforzare i legami con il Patrimonio mondiale, promuovere la salvaguardia dei siti del patrimonio e sensibilizzare i differenti attori all’importanza dei beni del Patrimonio mondiale in Svizzera.

Nella primavera del 2013, la Commissione ha presentato una prima bozza del testo, che è poi stata rielaborata da un gruppo di potenziali firmatari. Nel febbraio del 2014 è stata elaborata anche una procedura di consultazione a livello nazionale. Inoltre, i 180 attori del patrimonio mondiale – i siti del patrimonio, la Confederazione, i cantoni, i comuni, le organizzazioni turistiche, le istituzioni federali e nazionali – hanno dovuto dare la loro opinione sul documento della “Carta del patrimonio mondiale Svizzero” (rapporto).

Le loro osservazioni sono state quindi integrate nel documento e la Carta è stata resa pubblica il 29 Novembre 2014, durante l’assemblea generale della Commissione Svizzera per l’UNESCO.

La cerimonia della firma della Carta si è svolta il 23 marzo 2015 in presenza del Sig. Georges Martin, segretario di stato aggiunto e direttore aggiunto della Direzione politica del dipartimento DFAE; della Sig.ra Isabelle Chassot, Direttrice dell’Ufficio federale della cultura; del Sig. Bruno Oberle, Direttore dell’ufficio federale del territorio; del Sig. Jean-Bernard Münch, Presidente della Commissione svizzera per l’UNESCO; di molti altri attori responsabili in materia di “Patrimonio mondiale” e persone interessate all’argomento.

English version

Loading...