L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) é stata fondata nel 1945 e conta 195 Stati Membri. La missione dell’UNESCO è contribuire alla pace e alla sicurezza attraverso la collaborazione tra gli Stati membri nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione.

L’UNESCO è un’istituzione (o agenzia) specializzata, facente parte del sistema delle Nazioni Unite (UN). Conformemente agli articoli 57 e 63 dello Statuto dell’UN, le istituzioni specializzate sono delle organizzazioni intergovernamentali autonome « pourvues […] d’attributions internationales étendues dans les domaines économique, social, de la culture intellectuelle et de l’éducation, de la santé publique et autres domaines connexes »,  legate alle UN attraverso degli accordi conclusi con il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC).

L’UNESCO ha quindi i propri membri, i propri organi legislativi ed esecutivi, i propri segretariati e budgets, collabora con l’UNe con altre istituzioni specializzate ad un livello intergovernamentale per mezzo dell’ECOSOC, al quale fa riferimento.

L’UNESCO è un’organizzazione essenzialmente normativa, ciò vuol dire che elabora gli strumenti giuridici sotto forma di dichiarazioni, di raccomandazioni o di convenzioni, che sono adottate dagli Stati membri. Il suo ruolo è fungere da spazio di dialogo in seno al quale gli Stati membri possono stringere degli accordi di principio e discutere della realizzazione di obiettivi di interesse comune. In generale, gli Stati membri si sforzano di prendere delle decisioni attraverso il consenso.

L’UNESCO contribuisce anche al miglioramento delle competenze degli Stati membri grazie alle attività di numerosi programmi dell’Organizzazione e attraverso il raggruppamento, il monitoraggio e la diffusione delle eccellenze, ma anche la promozione della collaborazione internazionale.

Il più alto organo decisionale dell’UNESCO é la Conferenza generale che ha luogo ogni due anni presso la sede dell’UNESCO a Parigi. La Conferenza generale adotta dei programmi di lavoro della durata di quattro anni, dei budget biennali e delle strategie di otto anni che danno un orientamento a lungo termine ai lavori dell’UNESCO. La Conferenza generale elegge ugualmente il Comitato esecutivo ed il direttore o la direttrice generale.

Loading...