Gestione delle trasformazioni sociali

 

Programma di gestione delle trasformazioni sociali (MOST)

Negli ultimi decenni, il mondo ha sperimentato trasformazioni sociali ad una velocità e scala senza precedenti. Questo può essere attribuito agli impatti combinati della globalizzazione, dello sviluppo tecnologico esponenziale, delle sfide ambientali globali e delle crisi economiche, finanziarie e sanitarie, che hanno esacerbato le crescenti disuguaglianze, la povertà estrema, l’esclusione e la negazione dei diritti umani fondamentali.

 

Istituito nel 1994, il programma MOST (Management of Social Transformations) dell’UNESCO assiste gli Stati membri a gestire efficacemente questi fenomeni, lavorando per ridurre le disuguaglianze sociali e muoversi verso società inclusive e sostenibili. MOST agisce come forza trainante attraverso iniziative olistiche di capacity-building e bridge-building tra la conoscenza scientifica sociale, la politica pubblica e la società.

 

MOST si concentra su quattro priorità ben definite dell’agenda di sviluppo 2030 che rientrano nella competenza istituzionale dell’UNESCO.

  • Disuguaglianza ed esclusione
  • Cambiamento ambientale e società
  • La governance
  • Trasformazioni digitali e disgregazione sociale

 

Il MOST è operata attraverso tre pilastri programmatici:

  1. Ricerca: produrre e promuovere la conoscenza
  2. Forum intergovernativi: coinvolgere gli Stati membri
  3. Pilastro dell’intermediazione delle conoscenze: sostegno alle politiche e sviluppo delle capacità

 

Tre obiettivi:

  • Usare la conoscenza delle scienze sociali e umane per sostenere la politica e costruire capacità
  • Trasferire le conoscenze attraverso attività di ricerca-azione
  • Contribuire ai dibattiti e alle agende politiche nazionali e internazionali.

 

La Commissione svizzera per l’UNESCO (CSU) e MOST

La visione della Commissione svizzera per l’UNESCO (CSU) per il MOST è definita dal raggiungimento di una cultura rafforzata delle scienze sociali e umane trasformative, in cui le decisioni politiche sono informate dalla valutazione sistematica della base di evidenza, specialmente in aree politiche concrete in linea con il suo mandato.

 

Risultato:
Miglioramento dei processi decisionali partecipativi in Svizzera attraverso una cultura rafforzata del processo decisionale basato sulle prove, informato dalle scienze sociali e umane e basato su un forte legame conoscenza-politica.

 

La Svizzera è membro del Comitato intergovernativo (CIG) del programma di gestione delle trasformazioni sociali (MOST) fino al 2023.

La Commissione svizzera per l’UNESCO partecipa attivamente alla realizzazione del programma MOST in Svizzera. La CSU sta attualmente pianificando diverse attività per promuovere il nesso conoscenza-politica in aree concrete, che saranno realizzate nel 2022-2023 in collaborazione con vari attori chiave.

La Commissione lancerà presto un incontro con l’obiettivo di realizzare una mappatura collaborativa in uno spazio multistakeholder (con rappresentanti della comunità scientifica, decisori pubblici, organizzazioni, ecc.) al fine di effettuare congiuntamente una “valutazione dello stato di salute” del nesso SHS ↔ politica in Svizzera. La data della riunione è fissata per venerdì 2 settembre 2022.