«Investir dans la culture n’est ni un luxe, ni de la charité. Ce n’est pas de l’argent perdu. C’est investir dans l’avenir des peuples, dans des compétences, et aussi très concrètement dans des emplois durables» Irina Bokova, Direttrice generale dell’UNESCO, marzo 2017.

La cultura ha il potere di trasformare le società. Il patrimonio costituisce una fonte d’identità e coesione per una comunità perturbata dai cambiamenti e dell’instabilità economica. La creatività contribuisce alla creazione di società aperte, inclusive e pluraliste. Il patrimonio e la creatività partecipano alla fondazione della società del sapere dinamico, innovativo e prospero.

L’UNESCO è il principale forum che permette di partecipare alla cooperazione internazionale in materia di cultura, è il punto di riferimento per quel che riguarda la cultura a livello globale.

L’UNESCO custodisce infatti i principali testi normativi e sostiene la creazione di politiche culturali pertinenti come lo sviluppo sostenibile.

Le convenzioni culturali dell’UNESCO costituiscono una piattaforma mondiale unica per la cooperazione internazionale e stabiliscono un dispositivo di governance completa fondata sui diritti dell’uomo e la condivisione dei valori. Questi trattati internazionali si sforzano di proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale del mondo, come i siti archeologici, il patrimonio subacqueo, le collezioni dei musei, il patrimonio immateriale come le tradizioni, e altre forme di patrimonio che sostengono la creatività, l’innovazione e l’emergere di settori culturali dinamici.

Loading...